Indice del forum

Un Mondo Differente

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   CalendarioCalendario   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

REWEAR - RIVESTIRE

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Associazioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
rewear




Registrato: 10/02/12 09:20
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Ven Feb 10, 2012 9:23 am    Oggetto: REWEAR - RIVESTIRE Rispondi citando

REWEAR / RI-VESTIRE

Questi abiti sono il risultato di una ricerca in progress partita dall’iniziativa di un Laboratorio di Progettazione, all’interno della Scuola di Architettura e Disegno Industriale “Eduardo Vittoria” ad Ascoli Piceno, e che ora esce dalle mura accademiche per misurarsi con la realtà di una regione ad alto tasso di capacità artigiana nel settore dell’abbigliamento, ma con ancora molto da esprimere e sperimentare nel campo della creatività.

Lo scorso anno abbiamo cercato di progettare direttamente con i materiali di recupero, alternando il progetto disegnato con l’azione fisica del trasformare, con l’intento di sperimentare la trasformazione tipologica, tramite innesti e usi alternativi, creando oggetti di un possibile arredo domestico, ibridi e ambigui, lasciando quindi al fruitore molteplici interpretazioni e più gradi di libertà creativa.

Quest’anno, coscienti del fatto che l’industria dell’abbigliamento rappresenta un contributo fondamentale all’economia della regione Marche e come la produzione, dislocata in più distretti, elabora diverse tipologie, dalle calzature al vestiario tecnico, abbiamo ritenuto importante sperimentare e ragionare sul progetto del vestito come microarchitettura.

Non ci siamo occupati del sistema della moda, se non per riconoscere come oggi il fenomeno, parte essenziale dell’economia dei consumi e dell’artificialità del mercato, rientri nel ciclo del continuo cambiamento dei modelli, per la creazione di una pianificata obsolescenza e quindi di un mai interrotto rinnovamento del desiderio all’acquisto.

Ci siamo posti in linea invece con le ricerche che hanno sperimentato il sottile limite tra vestito e architettura, considerando l’abito come un sostituto dell’ambiente domestico o la sua trasformabilità in protesi architettonica.

Se la città non è più riconoscibile come luogo fisico, forma costruita e conclusa contrapposta alla campagna, ma la si vive ovunque come condizione urbana, attraverso i messaggi veicolati dagli oggetti, dalla merce, allora vediamo come anche l’architettura si avvia a perdere le sue caratteristiche di costruzione di limiti e recinti, meccanica e pesante, per essere sostituita da oggetti come architetture leggere, indossabili, trasformabili, per un’umanità nomade, che vuole essere dovunque a casa propria.

Tre sono state le regole della nostra sperimentazione:
la sostenibilità dei materiali impiegati
la multifunzionalità come trasformabilità
- il fai da te, come facilità di assemblaggio

Gli studenti hanno lavorato divisi in coppie così che ognuno ha progettato e realizzato un abito per l’altro. Il procedimento di progettazione si è avvalso di disegni a mano, di fotomontaggi digitali realizzati sulle fotografie dello studente o studentessa come modello, ma anche dal lavoro diretto di fasciature di stoffa sui corpi.

1- Il primo tema è stato l’ideazione e realizzazione di un vestito riciclando materiali naturali e artificiali.

2- Il secondo ha ristretto la scelta del materiale da reciclare all’uso del “Pluriball” con possibili inserti di altri materiali.

3- Il terzo ha richiesto il recupero di capi di abbigliamento dismessi, il loro smontaggio e la ricomposizione in un abito possibilmente senza distinzione di genere o tipo.

4- Il quarto esperimento consiste nel ri-vestire un oggetto inanimato e un corpo vivo. L’oggetto sarà una sedia usata e recuperata per accoglierà il corpo vestito, utilizzando materiali diversi reciclati, con la limitazione cromatica del colore grigio nelle sue varie sfumature.
Questo ultimo progetto si inserisce nella linea di sperimentazione del Centro Studi Poltronova e sarà presentato al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci a Prato.


sito:
http://rewear.blogspot.com/

email:
rewear.info@gmail.com

facebook:
https://www.facebook.com/pages/Rewear-disia/343757332308571?sk=info

_________________
REWEAR

http://rewear.blogspot.com/

rewear.info@gmail.com
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv







MessaggioInviato: Ven Feb 10, 2012 9:23 am    Oggetto: Adv





Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Associazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
nNon puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum


Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2004